(Finanza.com) Il Consiglio di amministrazione di Cdc oggi ha deliberato di presentare richiesta per l’ammissione della Società alla procedura di concordato preventivo. “Il Consiglio ha infatti valutato –si legge nella nota diffusa dal gruppo attivo nella distribuzione di information technology-, sulla base dell’aggiornamento della situazione effettuato dal management con il supporto degli advisors, che una eventuale ristrutturazione debitoria in bonis non sia allo stato attuale più perseguibile, ritenendo quindi necessario il ricorso a procedure che consentano alla Società di avere il tempo sufficiente per individuare soluzioni praticabili per la ristrutturazione del debito e/o di esplorare l’interesse di parti terze alla partecipazione nel capitale dell’azienda ed ottenere finanza aggiuntiva per la ricostituzione del capitale circolante necessario per la continuità aziendale”.