Anche la regione più ricca della Spagna chiederà sostegno finanziario allo Stato centrale. Dopo la Comunità di Valencia, anche la Catalogna, la regione di Barcellona, chiederà infatti aiuti al governo di Madrid. Una notizia che ha nuovamente infiammato le Borse e i mercati finanziari. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib è arrivato a toccare un minimo di 12.299 punti, il nuovo minimo dalla creazione dell’indice, mentre lo spread Btp/Bund ha sfondato quota 530 punti, per raggiungere i 533 punti base. A Madrid l’indice Ibex perde il 3% a 5.991 punti.

Spread Btp/Bund ai massimi dal novembre 2011

L’annuncio della richiesta da parte della Catalogna è stato dato alla rete televisiva britannica BBC dal responsabile economico del governo catalano, Andreu Mas Colell. Al momento non sono state rese note le cifre dell’intervento, ma la regione autonoma dovrebbe ricorrere al fondo statale da 18 miliardi di euro. Successivamente un  funzionario della regione, riportato da Bloomberg, ha fatto sapere che la Catalogna non ha ancora deciso se richiedere o meno un sostegno finanziario al Governo centrale. Una mezza smentita che non sembra aver convinto i mercati.

La tensione è alle stelle anche sul mercato obbligazionario: lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si è riportato in area 533 punti base, il livello massimo dal 9 novembre 2011, con il rendimento del bond decennale italiano tornato in area 6,5% per la prima volta dallo scorso gennaio.