Le ore di cassa integrazione autorizzate nel mese di luglio sono diminuite di oltre il 30% rispetto allo stesso periodo del 2012, ma sono in deciso aumento le domande di disoccupazione e mobilità.
È quanto rileva l’Inps in una nota diramata martedì scorso, nella quale si legge che “nel mese di luglio 2013 sono state complessivamente autorizzate 80,6 milioni di ore di cassa integrazione, tra interventi ordinari, straordinari e in deroga. Si evidenzia, pertanto, una diminuzione del 30,3% rispetto ai 115,7 milioni di ore utilizzate del mese di luglio dell’anno precedente”.
Nel dettaglio, le ore di cassa integrazione ordinaria (Cigo) autorizzate lo scorso mese sono state 25,3 milioni, il 26,8% in meno del luglio 2012, le ore di cassa integrazione straordinaria (Cigs) 31,6 milioni, in calo del 29,2%, mentre gli interventi in deroga (Cigd) sono stati pari a 23,8 milioni di ore, in calo del 35,1% sullo stesso dello scorso anno.
Per il terzo mese consecutivo, registriamo un calo delle richieste e autorizzazioni della cassa integrazione ordinaria con una decisa diminuzione anche della cassa straordinaria. Si tratta di una diminuzione consistente che potrebbe confermare i timidi segnali di ripresa produttiva, intravisti per la seconda metà dell’anno. Ma si tratta di dati che non possono far dimenticare la gravità della crisi, ribadita dai dati sulla disoccupazione”, ha spiegato il presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua.
“Nello stesso mese sono state inoltrate 441 domande di disoccupazione (tra ordinaria e speciale edile), 9.273 domande di mobilità e 373 di disoccupazione ordinaria ai lavoratori sospesi, per un totale di 130.758 domande. Complessivamente – fa sapere l’Inps -, nei primi sei mesi 2013 sono state presentate 829.682 domande, con un aumento del 20% rispetto alle 691.617 domande presentate nel corrispondente periodo del 2012”.