Il Sole 24 ore ha riassunto una decina di consigli per i risparmiatori italiani che presto dovrebbero fare i conti con le scelte della Grecia. Nella penisola ellenica che molti sperano si affidi ad un governo tecnico, la tensione è molto alta e si parla anche di uscita dall’euro. 

La Grecia deve far fronte ad una crisi economica pesante. I piani di austerity del governo non sono più sopportabili per la popolazione che inizia a guardare di buon occhio un’uscita dall’euro per il ritorno al dracma. Ma come influirà questa scelta sulla realtà italiana e sui nostri investimenti nel mattone?

Abbiamo visto come cambieranno i mutui dimostrando che l’impennata degli spread è in ogni caso dietro l’angolo quindi gli aspiranti mutuatari è meglio che decidano presto l’istituto di credito più conveniente.

Se la Grecia uscisse dall’euro il peggioramento delle condizioni degli istituti di credito potrebbe avere un effetto negativo sul mercato immobiliare con una flessione nel numero di compravendite. I prezzi degli immobili, per la prima volta, potrebbero davvero essere messi in discussione, diminuendo per far ripartire gli acquisti.

Se invece la Grecia restasse in Europa, tra gli italiani si potrebbe diffondere un sentimento di “scampato pericolo” che avrebbe delle conseguenze positive anche sul mercato immobiliare che resterebbe in linea con le performance degli anni precedenti.