Dopo l’addio ad Equitalia, dal 1° luglio l’Agenzia delle Entrate Riscossione ha preso il suo posto. In questi giorni il nuovo ente per la riscossione ha lanciato due interessanti servizi online: ContiTu e il servizio di richiesta dell’esito dell’istanza di rottamazione delle cartelle esattoriali senza PIN e password.

Esito rottamazione cartelle esattoriali

Per conoscere l’esito della propria richiesta di rottamazione delle cartelle esattoriali è infatti possibile:

  • accedere alla propria area riservata, accessibile con PIN e password;
  • compilare il “Form richiesta comunicazione”, senza inserire PIN e password, con le seguenti informazioni: codice fiscale, indirizzo e-mail dove si desidera ricevere la comunicazione e documentazione (da allegare) necessaria al riconoscimento.

ContiTu

Il nuovo servizio “ContiTu” dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione consente invece di rottamare solo una parte delle cartelle e degli avvisi elencati nella comunicazione ricevuta entro il 15 giugno 2017. Eventualmente la piattaforma genererà il nuovo totale da pagare e i relativi codici Rav per saldare.

Si tratta della lettera che informa sull’accoglimento o sull’eventuale rigetto della definizione agevolata e che contiene i bollettini di pagamento in base alle rate scelte (da 1 a 5), il modulo per l’addebito in conto corrente delle somme da versare e lo schema dettagliato della situazione debitoria.

Nella comunicazioni possono essere riportati cinque tipi di comunicazione per cinque diverse risposte:

  • AT – accoglimento totale;
  • AP – accoglimento parziale;
  • AD – per coloro che non devono pagare nulla;
  • AX – per quei contribuenti che hanno debiti “rottamabili” e non devono pagare nulla, mentre hanno un debito residuo da pagare per debiti non “rottamabili”;
  • RI – rigetto.

Ricordiamo che il termine per effettuare il primo pagamento della definizione agevolata è in scadenza il prossimo 31 luglio.