Le carte di credito prepagate emesse da Poste Italiane – ovvero le PostePay nelle diverse versioni rappresentano – rappresentano sicuramente il mezzo più usato dagli italiani per comprare e vendere beni e servizi in rete e quindi sono interessate da potenziali attacchi da parte dei pirati informatici che possono essere evitati con alcune cautele.

Prima di tutto occorre fare attenzione ai siti web, e ovviamente bisogna porre particolare attenzione se dobbiamo effettuare un pagamento. Quando il sito ci chiede di scrivere il numero della carta di credito bisogna assicurarsi che nell’Url compaia la lettera s dopo l’usuale http. Ci deve essere la scritta https, ovvero HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer, ed anche il simbolo di un lucchetto. I due elementi stanno ad indicare che il sito dispone di un protocollo di crittografia. Se non ci sono, il sito non è protetto ed è molto probabile che qualche malintenzionato informatico vi stia rubando i dati della carta di credito.

Attenzione alle mail su potenziali pericoli per il vostro conto corrente, la vostra carta di credito, conto corrente… e comunque a qualunque messaggio che vi chieda di fare il login delle vostre credenziali. Un’altra accortezza è quella di non inviare mai via mail – o in altra forma simile – i dati della vostra carta. Diffidate di chi online vi chiede il Pin, perché serve solo per effettuare operazioni di prelievo presso gli ATM Postamat o per pagare con i terminali POS.

Ricordate infine che è bene custodire la propria carta Postepay e non prestarla. Il promemoria del Pin va tenuto separato dalla carta e non divulgato in giro. Per evitare ogni problema ricordatevi poi di tenere sempre aggiornati antivirus, browser e antispyware. Ridurrete le probabilità che i vostri dati vengano rubati. Se possibile, inoltre, è meglio avere sulla carta solo la somma di cui si pensa di aver bisogno. Il conto corrente è meno vulnerabile di una carta di credito.