Il progetto Home Care Premium di assistenza domiciliare integrativa promosso dall’INPS offre ogni anno a dipendenti pubblici, pensionati pubblici e loro familiari, un contributo economico fino a 1.000 euro mensili a sostegno delle spese sostenute dalle famiglie per i caregiver per l’assistenza ai disabili, attribuito sulla base dei parametri di reddito e di gravità della disabilità.

Un’iniziativa che vede coinvolte circa 30.000 persone non autosufficienti presenti in Italia. Tra le novità del programma Home Care Premium 2017 il plafond superiore agli anni precedenti e l’ampliamento della platea di beneficiari tra i quali rientrano ora anche i parenti affini di primo grado non conviventi e i soggetti legati da unione civile e conviventi. Con il programma Home Care Premium per il 2017 l’INPS ha messo a disposizione 220mila euro.

A contribuire a finanziare il programma sono i dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione che contribuiscono alla gestione con lo 0,35% sulle retribuzioni dei lavoratori in servizio e con lo 0,15% versato su base volontaria dei pensionati oltre che dagli interessi su prestiti e mutui concessi agli iscritti.

Il servizio verrà erogato dal 1 luglio 2017 fino al 31 dicembre 2018.