Un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate chiarisce che ci sarà più tempo per inviare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone Rai – la devono inviare tutti quelli che non hanno in casa apparecchi televisivi al seguente indirizzo Direzione Provinciale I di Torino, Ufficio Territoriale di Torino 1, Sportello S.A.T., C.P. 22, 10121 Torino (To),  posta certificata cp22.sat@postacertificata.rai.it (il link alla dichiarazione da inviare lo trovate in fondo a questo post). Chi vuole evitare l’addebito del canone Rai nella bolletta dovrà inviare questa dichiarazione – in forma cartacea o digitale – entro il 16 maggio di quest’anno (il precedente termine era del 30 aprile).
Il provvedimento delle Entrate provvede anche ad aggiornare le istruzioni relative alla compilazione del modello di dichiarazione sostitutiva, visto che dopo la sua pubblicazione – prima è arrivata la sua approvazione con provvedimento del 24 marzo 2016 -, sono comparsi dei chiarimenti relativi alla definizione di apparecchio televisivo contenuti nella nota n. 9668 del 20 aprile 2016 del ministero dello Sviluppo Economico sul canone di abbonamento alla televisione. Sono stati approvati un nuovo modello di dichiarazione sostitutiva e sono ovviamente cambiate le istruzioni per la sua compilazione. Ovviamente il provvedimento ha stabilito anche che le dichiarazioni di non detenzione già presentate risultano valide anche se sono state fatte col vecchio modello.

LEGGI ANCHE
Dichiarazione sostitutiva relativa al canone Rai
Canone Rai in bolletta: tutto quello che c’è da sapere