Ok. Il canone tv non è una tortura inventata in Italia dalla Casta per torturarci. La tassa esiste nella maggior parte dei paesi dell’Unione Europea ed in alcuni paesi si arriva a pagare tre volte quello che si paga in Italia. Insomma, incredibile a dirsi, ma l’abbonamento Rai è il più basso tra i maggiori Paesi europei – non considero quindi nel computo quelli dell’Europa orientale. Almeno secondo l’ufficio studi di Mediobanca: i 113,5 euro dell’Italia sono comunque meno dei 131 euro che si pagano in Francia, dei 174,5 del Regno Unito e soprattutto dei 215,7 della Germania.

Per fare un confronto completo aggiungo anche che paesi simili al nostro fanno pagare di meno: in Belgio si spendono 100 euro. Il confronto diventa imbarazzante se si confronta con i canoni dell’Europa dell’Est: Repubblica Ceca (64 euro), Slovacchia e Polonia (55 euro), Romania (10 euro) e Serbia (5 euro).

La tassa sale invece al Nord, con i record di Norvegia (364,86 euro) e Danimarca (327,42 euro), seguite ad una certa distanza da paesi alpini come l’Austria (282,12 euro) e Svizzera (244,38 euro). Bisogna anche aggiungere che queste tariffe vanno giustificate anche dall’assenza – o al massimo dalla presenza minima – di pubblicità su questi canali.

L’esempio che seguono è quello della BBC, mentre Italia, Francia e Germania consentono ai loro canali pubblici di finanziarsi in parte grazie agli introiti pubblicitari. Altra cose da rilevare è che l’Italia sembra aver preso a modello la Finlandia e l’Islanda, due paesi che hanno abolito il canone per sostituirlo con una tassa applicata a tutti i cittadini per finanziare la tv di Stato.

In Finlandia può arrivare ai 140 euro, mentre i minorenni o chi ha un reddito sotto i 7.353 euro non deve pagarla. Un ultimo confronto, nel nostro paese il tasso di evasione è al 27%: sono lontani anni di luce da noi il Regno Unito (con un’evasione stimata del 5%) ed il duo Francia e Germania (in questo caso l’evasione scende all’1%).

Anche in questo caso c’è chi fa peggio di noi: la Polonia con un tasso di evasione del 65% – nonostante un canone che supera di poco i 50 euro. Il tasso di evasione fa sì che la Rai percepisca dal canone 1,7 miliardi di euro, contro i 5,4 della tedesca Ard, i 4,5 della BBC ed i 2,5 di France Televisions.

photo credit: …..antonio….. via photopin cc