Una delle domande più ricorrenti è se bisogna pagare il canone Rai 2016 se si dispone di un computer, una radio o una tv – che magari non utilizziamo per vedere i programmi televisivi ma come schermo per il computer.

Cosa succede in questi casi? Il semplice possesso di un pc non ci obbliga al pagamento del canone, anche se uso questo dispositivo per collegarmi al sito della RAI e guardare l’ultima puntata della mia fiction preferita.

La situazione però inizia a complicarsi se il monitor del nostro computer è dotato di un sintonizzatore tv che ci permetterebbe di vedere i programmi se fosse collegato ad un antenna. Anche se noi lo utilizziamo solo come monitor del computer, in caso di contestazioni potremmo essere costretti a pagare il canone.

Un altro dubbio classico riguarda i possessori di radio:  la legge 27 dicembre 1997, ha stabilito che non bisogna più pagare canoni per la detenzione di apparecchi radiofonici nell’ambito familiare. Bisogna invece pagare il canone se si dispone di un apparecchio televisivo anche se lo si usa solo per – ad esempio – vedere videocassette, dvd, o come monitor per videogames. Questo perché tali usi non escludono la possibilità di utilizzare l’apparecchio per ricevere le trasmissioni televisive.