Entro domani 31 gennaio va pagato il canone Rai.
Lo scorso dicembre l’esecutivo Letta ha congelato l’adeguamento inflattivo del canone Rai 2014, cosicché le cifre sono rimaste quelle dello scorso anno.
Gli abbonati Rai entro domani dovranno dunque pagare una quota annua di 113,50 euro, o una rata semestrale di 57,92 euro, o trimestrale di 30,16 euro, utilizzando l’apposito bollettino.

Sono esonerati dal pagamento del canone Tv gli abbonati ultra75enni con un reddito familiare non superiore a 6.713,98 euro. L’apparecchio televisivo deve essere quello dell’abitazione di residenza e il beneficiario deve vivere esclusivamente con il coniuge e con nessun altro dotato di reddito proprio.
Sono esonerati dal pagamento del canone Rai anche i rivenditori e riparatori Tv, i militari italiani e quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato e gli agenti diplomatici e consolari accreditati in Italia.
Coloro che sono in possesso dei suddetti requisiti possono recarsi all’Agenzia delle Entrate per richiedere, compilare e consegnare il modulo necessario (una dichiarazione sostitutiva, alla quale va allegato un qualsiasi documento attestante la condizione di esonero), mentre per tutti gli altri, il mancato rispetto della scadenza del canone può comportare le seguenti sovrattasse.