Attilio Befera, il capo dell’Agenzia delle Entrate (il Fisco insomma) traccia, in un intervento davanti alla Commissione di vigilanza sull’anagrafe tributaria, il probabile futuro del canone Rai. L’alto dirigente ha ricordato che ”Il canone è un tributo erariale, non si può scegliere se pagarlo o meno“, e come tale “è gestito dall’Agenzia“, ma “dato in concessione alla Rai per quanto riguarda le persone fisiche”.

Come ricorda Befera “definirlo canone è concettualmente sbagliato perché farebbe pensare ad un canone di abbonamento“, ma non è così, visto che si tratta di un tassa legata al possesso di un televisore. Data l’elevata evasione dal canone – nel corso dell’audizione si è parlato di un 25%… – l’alto dirigente ha prospettato la possibilità che sia il Fisco ad occuparsi direttamente della sua riscossione

Prospettiva credibile, soprattutto in un periodo come questo in cui le autorità pubbliche sono alla ricerca di ogni mezzo per aumentare il gettito fiscale… Il passaggio all’Agenzia delle Entrate comporterebbe con ogni probabilità il ricorso ad Equitalia

Io vi terrò informati se questa, che allo stato attuale è una minaccia, possa diventare una tragica realtà…
photo credit: FaceMePLS via photopin cc