Il 31 gennaio è il termine ultimo per il pagamento del Canone Rai.
“Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione della radioaudizioni” che non ha disdetto l’abbonamento alla Tv entro il 31 dicembre 2013 è tenuto al versamento dell’ormai contestatissima tassa.
Le specifiche su cosa debba intendersi per “apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni” sono state diffuse con una nota del 22 febbraio 2012 del Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per le Comunicazioni, inviata all’Agenzia delle Entrate.
Sono apparecchiature adatte alla ricezione della radioaudizione:
- ricevitori Tv fissi e portatili;
- ricevitori Tv per mezzi mobili;
- ricevitori radio fissi e portatili;
- ricevitori radio per mezzi mobili;
- riproduttori multimediali dotati di ricevitore radio/Tv;
- terminali d’utente per telefonia mobile dotato di ricevitore radio/Tv.
Sono apparecchiature adattabili alla ricezione della radioaudizione:
- videoregistratori, chiavette Usb e schede per Pc dotati di sintonizzatore Tv;
- decoder per la Tv digitale terrestre;
- ricevitori radio/Tv satellitare;
- riproduttori multimediali dotati di ricevitore radio/Tv, senza trasduttori.
Sono apparecchiature non atte, e né adattabili, alla ricezione della radioaudizione:
- Pc privi di sintonizzatore Tv;
- monitor per Pc;
- casse acustiche;
- videocitofoni.

L’importo del canone Rai per il 2014 è stato confermato ad euro 113,50, la stessa somma dello scorso anno: si tratta del primo mancata aumento degli ultimi anni.
La somma potrà pagarsi in un’unica soluzione entro il prossimo 31 gennaio, in due rate semestrali da euro 57,92 (entro il 31 gennaio ed entro il 31 luglio) o in 4 rate trimestrali da euro 30,16 (31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre 2014). Se le scadenze ricadono di sabato o di giorno festivo, il versamento dell’imposta può effettuarsi il primo giorno lavorativo successivo.
Gli importi comprendono anche la tassa di concessione governativa e l’imposta sul valore aggiunto (pari al 4%), mentre restano fuori la tassa di versamento postale o le commissioni maturate per l’utilizzo di altre modalità di pagamento.
Le altre modalità, oltre il versamento postale, sono:
- tabaccherie;
- telefonicamente o online con carta di credito;
- addebito bancario online;
- con smartphone o tablet;
- sportelli automatici Bancomat.

Per il pagamento del Canone Rai oltre i termini stabiliti leggere qui, mentre per conoscere la complessa procedura per disdire l’abbonamento rinviamo al seguente articolo.