Siamo in piena campagna canone Rai e, come ogni anno, polemiche e rincari incalzano. La tassa, obbligatoria per chiunque possieda un apparecchio televisivo, può essere pagata tramite bollettino postale (C/C 3103), presso le tabaccherie attraverso la rete Lottomatica, Sisal, etc., usando il telefono con il servizio Taxtel (800.191.191), online con carta di credito o direttamente presso uno sportello bancario a mezzo addebito bancario.

Procedura alquanto complessa, invece, per chi intende disdire. Costui deve prima accertarsi di aver pagato il canone per intero per l’anno in corso e di non aver pendenze con lo Sportello Abbonamenti Tv (S.A.T.), e poi adempiere, entro il 31 dicembre, ai seguenti obblighi:
- cedere tutti gli apparecchi in suo possesso comunicando con esattezza le generalità e l’indirizzo del nuovo possessore;
- comunicare di non essere più in possesso di alcun apparecchio per furto, incendio o guasto.
In questi casi all’abbonato sarà sufficiente compilare la cartolina D (o B) allegata al libretto ed inviarla senza busta a mezzo Raccomandata A/R entro il 31 dicembre o il 30 giugno se pagato il primo semestre. La disdetta entro questa data, infatti, esonera dal pagamento del canone da primo luglio mentre il pagamento trimestrale, essendo una rata di quello semestrale, non dispensa dal pagare almeno un intero semestre.
Se l’abbonato ha già corrisposto l’intera annualità, ancora, non può chiedere alcun rimborso.
Ricevuta la raccomandata il S.A.T. invierà all’abbonato un modulo di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che dovrà essere debitamente compilato, firmato e restituito per la completare la richiesta di annullamento.

Se l’abbonato vuole rinunciare senza cedere l’apparecchio televisivo ad altri deve presentare disdetta entro il 31 dicembre e chiedere il suggellamento dello stesso sulla base dell’art. 10 RDL 21/2/1938 n° 246.
La disdetta con richiesta di suggellamento degli apparecchi presentata entro il 31 dicembre dispensa dal pagamento della tassa dal primo gennaio dell’anno successivo. Per questo tipo di intervento occorre effettuare un vaglia a favore del SAT.
Per maggiori informazioni e modulistica specifica cliccare qui.

photo credit: bondine.it via photopin cc