Le borse asiatiche sono state penalizzate oggi dall’andamento inferiore alle stime di consensus dei profitti aziendali cinesi, scesi in luglio per il quarto mese consecutivo. Questo dato ha più che compensato le attese che le autorità possano aumentare gli interventi a sostegno dell’economia nei prossimi mesi. L’indice della borsa di Shanghai ha perso l’1,2%, accusando una delle peggiori performance di giornata e confermando la debolezza delle ultime settimane. Il Nikkei ha sovraperformato chiudendo a +0,16% ed il Kospi Coreano a -0,1%.

Samsung in calo dopo la sconfitta in tribunale

Gli utili industriali delle società cinesi sono scesi in luglio del 5,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a causa del rallentamento dell’economia internazionale. Secondo quanto riportato dal “Daily Telegraph”, il Governo cinese potrebbe aumentare il sostegno all’economia, ad esempio indebolendo lo Yuan. Il dato sui profitti ha pesato sulle società più legate all’andamento dell’economia. Ad esempio, Alumium Corpo of China ha perso il 4,3%.

La borsa coreana ha limitato le perdite nonostante l’andamento negativo di Samsung. La società ha perso il 7,7% dopo che un tribunale americano l’ha condannata a pagare più di un miliardo di dollaro statunitensi per avere copiare un brevetto di Apple nel campo nella telefonia mobile. A Tokyo si è distinta Olympus, avanzata del 4,7% dopo che Goldman Sachs ha stimato che la società potrebbe realizzare un guadagno straordinario di 16 miliardi di Yen dalla vendita dell’unità attiva nelle telecomunicazioni ITX.