L’acronimo ISEE è il termine con cui viene chiamato l’indicatore della situazione economica equivalente, uno strumento nato nel 1988 per misurare il livello di benessere delle famiglie italiane attraverso la valutazione congiunta di reddito, patrimonio e nucleo familiare. Come si calcola l’ISEE 2016? Ecco tutti i fattori da considerare per il calcolo ISEE

Per calcolare l’ISEE 2016 bisogna fare la somma dei redditi – si comprendono quelli agrari, di capitale, lavoro dipendente e autonomo, impresa, compresi quelli esenti o soggetti a ritenuta alla fonte – con l’indicatore della situazione patrimoniale – sia mobiliare che immobiliare – e rapportare il tutto alla scala di equivalenza che rappresenta uno strumento matematico per rendere comparabili i redditi delle famiglie che presentano una diversa struttura.

Per calcolare il valore di questo indicatore occorre avere i dati relativi a reddito, patrimonio mobiliare (e quindi disponibilità liquide e finanziare su conti correnti bancari e postali e carte di credito prepagate) e immobiliare (terreni ed immobili), nucleo familiare (e quindi numero componenti e presenza di studenti, minori e/o disabili). Si arriva al suo calcolo attraverso la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica da parte del CAF o del proprio commercialista.

Entrambe le realte richiedono per la compilazione di questa dichiarazione una serie di documenti come il codice fiscale, un documento di identità valido. l’ultima dichiarazione dei redditi (modello UNICO o 730), la certificazione dei redditi (Certificazione Unica, ex CUD), la giacenza media dei depositi bancari e postali – e il saldo contabile -, documenti che attestino il possesso di azioni o quote di società od organismi di investimento collettivo di risparmio, i dati relativi al patrimonio immobiliare come risulta da visura catastale, eventuali contratti di assicurazioni sulla vita.

Se poi abbiamo un figlio disabile dobbiamo avere anche una certificazione dell’handicap più le eventuali spese pagate per il ricovero in strutture residenziali e/o per l’assistenza personale. Su Internet è possibile trovare diversi simulatori online dell’indice ISEE. Tra i tanti noi vi segnaliamo quello dell’Inps e del portale Calcolaonline.com. Si può anche scaricare un file excel con cui effettuare questa simulazione proposto dal sito studiamo.it.