(Finanza.com) Brembo ha annunciato che i ricavi netti consolidati del primo semestre si sono attestati a 702,6 milioni di euro, in aumento dell’11% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A parità di perimetro di consolidamento (escludendo gli effetti di Brembo Argentina, acquisita con efficacia agosto 2011) il fatturato sarebbe aumentato del 9,7%. A livello geografico, la Germania si conferma il principale mercato per il Gruppo, rappresentando il 23,2% dei ricavi totali. L’utile netto nei primi sei mesi si è attestato a 35,6 milioni, il 43,9% in più rispetto ai 24,7 milioni dell’anno precedente.

Al 30 giugno l’indebitamento finanziario netto risulta pari a 351,5 milioni, in linea con il livello del primo trimestre 2012. Per quanto riguarda i prossimi mesi “la visibilità sul portafoglio ordini del prossimo semestre –si legge nel comunicato della società- rimane ad oggi complessivamente positiva, nonostante il perdurare della difficile situazione macroeconomica e finanziaria sullo scenario mondiale”. “Germania e Nordamerica –prosegue la nota- confermano ancora un buon dinamismo delle vendite, mentre Italia, Francia e Spagna destano preoccupazioni per le difficoltà dei mercati automotive locali”. Il titolo a Piazza Affari avanza di quasi 2 punti percentuali portandosi a 8,45 euro.