La nipponica Suntory, holding operante nella produzione e distribuzione di bevande alcoliche molto attiva in estremo oriente, ha fatto sapere tramite un comunicato stampa di aver acquistato la statunitense Beam, proprietaria, tra l’altro, del noto marchio Jim Beam.
La maxi acquisizione, frutto dell’accordo siglato nella prima metà di gennaio, è costata 16 miliardi di dollari (13,6 miliardi in contanti e il resto rappresentato dai debiti della nuova controllata Usa) e decreta la nascita del terzo produttore mondiale  di alcolici di alta gamma.
La nuova compagnia, SuntoryBeam, che secondo gli analisti permetterà alla holding giapponese di diversificare le proprie attività e dare il via ad un deciso “percorso di crescita all’estero” (Suntory opera nella produzione e distribuzione di bevande alcoliche in Giappone fin dal 1899), conta su 4,6 miliardi di dollari di vendite nette diversificate e, soprattutto, su un portafoglio prodotti nel quale spiccano, limitandoci ai brand più noti, il bourbon Jim Bean, il whisky Yamazaki (le ‘punte di diamante’ delle due società), Maker’s Mark, Courvoisier, Sauza, Bowmore Scotch, Know Creek, Hakushu, Hibiki, Kakubin e Midori,
L’amministratore delegato del nuovo gruppo, precisa la nota, sarà Matt Shattock, dal 2009 ad della holding (info by InfoPhoto).