Anche i box e i posti auto soffrono della crisi immobiliare. Lo rileva uno studio di Tecnocasa, pubblicato oggi su questo segmento di mercato. I dati raccolti mostrano che nel primo semestre del 2012 le quotazioni dei box e dei posti auto sono rispettivamente scese del 3,8% e del 5,4%. E anche nelle grandi città, i prezzi sono diminuiti. I valori più alti si mantengono sempre nelle zone centrali dove comunque l’offerta di box è minore.

La motivazione principale che spinge all’acquisto del box o del posto auto è l’uso per la propria macchina. Infatti uno tra gli elementi presi in considerazione da chi cerca l’abitazione per uso diretto è anche la presenza del box soprattutto in zone molto trafficate. Ci sono anche coloro che acquistano il box come investimento da mettere a reddito, ma rappresentano la minoranza.

Secondo la ricerca di Tecnocasa, sul totale delle operazioni che riguardano un box il 57,6% lo acquista e il 42,4% opta per la locazione, con un rendimento nelle grandi città intorno al 5% annuo lordo. “Chi vuole investire in questo segmento immobiliare deve valutare bene la zona, prediligendo quelle con scarsa possibilità di parcheggio – consiglia Tecnocasa – Sarebbe inoltre opportuno informarsi sull’esistenza di interventi edilizi di nuova costruzione che hanno in dotazione il box oppure di progetti relativi esclusivamente alla nascita di box e posti auto”.