Mattinata volatile a Piazza Affari dove il Ftse Mib, partito in netto rialzo, perde attualmente circa mezzo punto percentuale sotto la soglia psicologica dei 16 mila punti.
Vendite sul comparto bancario (Banco Popolare -2,90%, BP Milano -2,50%, Banca Mps -2,40%, Ubi Banca -2,20%). Denaro, invece, su Luxottica (+1,50%) che beneficia del report di Berenberg Bank (avvio della copertura con raccomandazione “buy”). In discesa la divisa giapponese rispetto alle altre divise dopo le scelte della Bank of Japan.

I membri del Board della Bank of Japan hanno deciso all’unanimità di incrementare di 10 mila miliardi di yen (97 miliardi di euro) il programma di acquisto di titoli (T-bills e JGBs). L’ammontare complessivo del piano è cosi salito da 70 a 80 mila miliardi di yen (776 miliardi di euro circa). La scelta, precisano gli analisti di IG Markets, è stata presa per dare sostegno all’economia del Paese del Sol Levante, appesantita dalle preoccupazioni degli economisti sulla crescita della domanda globale, sulle capacità dei paesi europei di risolvere la crisi debitoria, sulle possibilità di recupero dell’economia americana e sulle difficoltà dei paesi emergenti di trovare un equilibrio fra crescita economica e stabilità dei prezzi. La BoJ ha, inoltre, deciso di mantenere i tassi d’interesse invariati nella forchetta 0-0,10%.

In mattinata sono state pubblicate anche le minute dell’ultimo meeting della Bank of England che hanno mostrato che la scelta di confermare il costo del denaro e il piano di acquisto di titoli è stata unanime. Attesa negli Stati Uniti i nuovi cantieri residenziali e le licenze edilizie di agosto, le vendite di case esistenti di agosto e le scorte settimanali di petrolio e derivati.Sul fronte governativo, importante asta in Germania. L’Agenzia del Tesoro del paese tedesco dovrebbe collocare 5 miliardi di euro in Schatz con scadenza nel settembre 2014. Stabile lo spread btp/bund a 340 pb.