In Europa le borse sono in lieve rialzo. Guadagnano soprattutto Milano e Parigi mentre resta debole il guadagno di Londra e s’inizia a parlare di un calo di fiducia dei consumatori tedeschi.

Gli analisti e gli operatori attendono qualche buona notizia dalla Fed.Nella giornata di oggi, Ben Bernanke terrà il discorso annuale di Jackson Hole nel Wyoming e si spera che dia qualche indicazione sulla strategia economica della Federal Reserve, chiamata a sostenere l’economia statunitense.

Wall Street attende con fiducia e ieri è stata la terza giornata consecutiva di contrattazioni chiusa in rialzo.

Il dollaro ha anche guadagnato terreno varcando la soglia dei 77 yen. Un episodio che ha fatto respirare anche la borsa di Tokyo.

In Giappone, le contrattazioni si sono chiuse con un +1,54 per cento.

L’oro, considerato bene di rifugio per eccellenza, è sceso sotto i 1913,50 dollari per oncia. A Singapore ha perso l’1,7% ed ora per un’oncia d’oro si pagano “soltanto” 1.736,16 dollari.

Sui mercati asiatici colpisce la performance dei titoli automobilistici, in particolare Nissan e Honda.

Scontato il calo del titolo Apple – sette punti percentuali a New York – dovuto alle dimissioni di Steve Jobs dalla guida dell’azienda di Cupertino.