Sulla scia dell’entusiasmo di Wall Street e delle borse asiatiche, prende quota anche Piazza Affari che insieme con le consorelle europee, a metà giornata fa registrare un leggero rialzo.

Scendono intanto le quotazioni dell’oro e il Giappone respira per il recupero del dollaro sullo yen.La situazione finanziaria nell’Unione sembra essere tranquilla. A metà della mattinata di ieri si attendeva ancora il discorso di Bernanke alla Fed sul programma di aiuti economici da varare.

Ma dopo soltanto un’ora di contrattazioni da Milano e da Parigi sono arrivati segnali positivi con rialzi pari all’1,5 per cento.

Soltanto al secondo posto Francoforte che guadagna l’1,2 per cento e deve far fronte agli analisti che parlano di un calo di fiducia dei consumatori tedeschi. +1 per cento anche per Madrid.

Un po’ sottotono, invece, la borsa di Londra che chiude la mattinata di contrattazioni con un magro +0,4 per cento.

In Italia, l’indice FTSE MIB ha guadagnato l’1,5 per cento e 15202 punti, mentre l’All Share fa segnare un +1,39 per cento.

Molto buone le performance dei titoli legati al settore automobilistico, Fiat Industrial (+4,5%), Fiat (+5,1%) e Exor (+4,3%), dovute al rialzo degli ordini durevoli negli USA.

Bene anche i titoli bancari mentre perdono qualcosa i tecnologici.