(Finanza.com) Le Borse europee hanno chiuso in rialzo. Fin dai primi scambi i listini del Vecchio continente si sono mosse in territorio positivo, sostenute dai dati preliminari sul Pil di Germania e Francia che si sono dimostrati migliori delle attese. In particolare, la Francia ha schivato la recessione mostrando nel secondo trimestre dell’anno un Pil fermo (0% t/t, +0,3% a/a), oltre le stime degli analisti, che lo volevano invece in calo. In Germania l’economia è rallentata, crescendo sull’anno dello 0,5% contro il precedente 1,7% (consensus Bloomberg +0,9%), ma il dato trimestrale si è attestato a un +0,3%, superando le aspettative che erano per un +0,2%. Bene anche l’economia olandese, che è cresciuta a sorpresa dello 0,2% dopo il +0,2% (rivisto da +0,3%) nel trimestre precedente. In linea con le attese il Pil dei Paesi dell’area euro, che ha mostrato nel periodo una contrazione dello 0,2% rispetto al trimestre prima e dello 0,4% sull’anno. In questo quadro, la Borsa di Francoforte ha indossato la maglia rosa. L’indice tedesco Dax ha terminato con un guadagno dello 0,94% a 6974 punti. A Parigi il Cac40 è salito dell0 0,70% a 3450 punti. Bene anche Londra, con l’indice Ftse 100 in progresso dello 0,56%, e Madrid con l’Ibex che ha mostrato un +0,78%.