Il rialzo “inaspettato” delle vendite al dettaglio negli Stati Uniti, trainano verso l’alto le borse europee che chiudono la settimana finanziaria un po’ burrascosa, con segnali positivi di ripresa.La stima della crescita delle vendite al dettaglio in America era fissa sullo 0,7 per cento. Mentre i risultati sono stati migliori del previsto con un aumento dell’1,1%. Questa percentuale è stata valutata in modo positivo dai mercati, soprattutto in Europa.

Così la settimana finanziaria si è chiusa con un buoni risultati. Diamo uno sguardo all’Europa prima di analizzare la situazione americana.

L’indice Ftse-Mib di Piazza Affari ha chiuso con un rialzo del 2,49 per cento. È stata la migliore borsa in chiusura anche se sono state date in recupero Francoforte con il +0,89 per cento, Londra (+1,17%), Parigi con il +0,97% e Madrid (+0,36 per cento).

Bene i titoli bancari come Unicredit (+2,32 per cento) e Intesa Sanpaolo (+1,09%).

In America gl’indici sono stati trainati dalla Apple e da Google. La Mela Morsicata può affidarsi ai cittadini che in questo week-end fanno la fila per aggiudicarsi l’iPhone 4S, mentre Google con utili e ricavi da capogiro (rispettivamente +29% e +33%) ha fatto un’iniezione di fiducia agli investitori.