L’indice Ftse Mib a Milano sta oscillando intorno a quota 20.000 punti. Un buon segno, visto che questi erano i livelli a luglio 2011, ovvero all’inizio di quella crisi finanziaria che ha travolto il nostro paese. Cosa ci dobbiamo aspettare in futuro?

Difficile immaginare aumenti sostanziosi. L’area intorno ai 21.000 punti è piena di resistenze, e i livelli stratosferici toccati nel 2007 sono un miraggio da lasciare dov’è…

Più facile quindi immaginare una discesa dai livelli attuali. Sul futuro dell’indice italiano molto dipenderà da Wall Street e Francoforte e relativi indici (S&P 500 e Dax). In questo caso ci troviamo ai massimi storici, al di sopra dei livelli toccati sette anni fa. Improbabile pensare che questi indici possano salire ancora a lungo…

E con la correzione di questi due listini, è gioco forza pensare ad una parallela discesa degli altri listini mondiali. E in questo caso su Piazza Affari peserebbe il fatto che sul Ftse Mib hanno un impatto notevole i titoli bancari

photo credit: ecletticamente via photopin cc