Le borse di tutto il mondo hanno potuto tirare un sospiro di sollievo dopo la diffusione dei dati sulla crescita dell’impero cinese. L’entusiasmo per le notizie che arrivano dall’Oriente ha fatto guadagnare terreno a molti listini. Se tutto il mondo affronta una fase di stagnazione economica è chiaro che i risultati delle analisi sulla crescita del Pil non possono essere del tutto positivi.

Anche per quel che riguarda il Prodotto interno lordo cinese si osserva un rallentamento fisiologico anche se la crescita supera le migliori aspettative costruite sui risultati dell’ultimo trimestre. Si pensava infatti che dovesse crescere dell’8,7 per cento ed è cresciuto invece dell’8,9 per cento.

In seguito alla diffusione dei dati, recuperano terreno gli indici in Europa. Milano contrae la crescita ma chiude comunque in positivo e va ancora meglio per i listini di Francia e Germania.

Da notare anche l’altra notizia che arriva dall’Oriente in merito al Fondo Salva Stati. Il declassamento del rating di molti stati dell’Eurozona non ha scoraggiato gli acquisti giapponesi che comprano titoli del Fondo Salva Stati.

Tokyo dunque si fida più del suo intuito che delle valutazioni dell’agenzia di rating Fitch che continua a lanciare messaggi d’allarme anche sull’insolvenza della Grecia. Tutto è ancora in ballo, ma per il momento si tira fiato.