Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, insieme al ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, ieri ha annunciato alla stampa i contenuti del decreto legge che dovrebbe rispondere alla sentenza della Corte Costituzionale che cancellava il blocco sulle pensioni Inps voluto dal governo Monti. Il testo del decreto non è ancora stato diffuso alla stampa – perché deve essere ancora consegnato al Parlamento -, ma da quanto annunciato dal premier possiamo già capire cosa succederà ai pensionati interessati dalla sentenza della Consulta.

il bonus pensioni Inps deciso dal governo Renzi verrà erogato nel mese di agosto e riguarderà 3,7 milioni di pensionati, mentre non riceveranno nulla circa 670.000 persone tra quelle “potenzialmente interessabili dalla sentenza“. Questi soggetti percepiscono una pensione superiore ai 3.200 euro lordi al mese. Gli altri prenderanno un bonus che scenderà all’aumentare della pensione, per cui i titolari di pensione fino a 1.700 euro lordi al mese percepiranno 750 euro. Un premio destinato a scendere nelle fasce successive: per chi è nella fascia tra 1.700 e 2.000 euro lordi al mese, il bonus si attesta sui 450 euro; tra i 2.000 ed i 2.700 euro lordi al mese si scende ancora a 278 euro.

Un’altra precisazione da fare è che non sarà necessario effettuare alcuna domanda all’Inps per ottenere il bonus. Chi ha diritto alla somma stanziata dal governo lo riceverà automaticamente il primo agosto. Il decreto non prevede solo questo, stabilisce anche che dal primo giugno lo Stato pagherà tutte le pensioni il primo giorno del mese, e viene anche cancellata la svalutazione del montante contributivo per i lavoratori che sono andati in pensione quest’anno o che ci andranno negli anni a venire. In questo modo si evita che l’importo della pensione che percepiranno si svaluti – anche se di poco. Il governo Renzi ha stabilito che la rivalutazione del montante contributivo non possa andare in territorio negativo, anche il Pil a cui viene collegata sia in recessione per un lungo periodo com’è avvenuto nel recente passato.