Il bonus cultura per i 18enni, dopo mesi di polemiche e rinvii, ha finalmente una data: 15 settembre 2016. Per quel giorno tutti i ragazzi e le ragazze nati nel 1998 riceveranno il proprio buono da spendere in acquisti legati alla cultura. Destinatari del bonus sono gli italiani e anche gli stranieri che risiedono regolarmente in Italia con un permesso di soggiorno valido, per un totale di 574.593 persone. Non si riceverà un assegno o soldi in contanti. Il beneficiario dovrà accedere all’applicazione realizzata dal Governo “18app” dove verrà precaricata la somma. Attraverso l’applicazione si potranno effettuare acquisti sia online che nei negozi fisici.

Come si potranno spendere i soldi del bonus cultura

Il bonus cultura da 500 euro potrà essere speso per effettuare piccoli acquisti o tutto in un’unica soluzione. Sarà valido a partire dal giorno del diciottesimo compleanno fino al 31 dicembre 2017 e permetterà di comprare libri di ogni genere, inclusi i testi scolastici, ingressi nei musei, biglietti per concerti e per il cinema, materiali legati all’apprendimento come i computer o altri beni autorizzati dal Ministero.

18app manda un messaggio preciso: quello di una comunità che ti accoglie nella maggiore età ricordandoti quanto siano cruciali i consumi culturali, per il tuo arricchimento personale e per irrobustire il tessuto civile di tutto il Paese. E per una volta i fondi per promuovere la cultura non sono ripartiti dalla burocrazia ma dalle decisioni di migliaia di giovani. I soldi andranno laddove si indirizzeranno le scelte dei 18enni

ha spiegato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini in sede di presentazione dell’applicazione. Questa la procedura che il 18enne deve seguire per ottenere e utilizzare il bonus cultura:

  1. Registrarsi presso uno dei cinque identity provider autorizzati (Poste, Aruba, Tim, Infocert e Sielte);
  2. Ottenere lo Spid (nome utente e password), con il quale accedere a tutti i servizi digitali dello Stato;
  3. Scaricare 18app su dispositivi iOS, Android o su computer;
  4. Accedere a 18app con lo Spid;
  5. Registrarsi nell’app;
  6. Consultare l’elenco degli esercenti autorizzati dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali dai quali acquistare beni e servizi;
  7. Procedere con l’acquisto (se l’acquisto online non è possibile, si ottiene un bar code da presentare presso il negozio per il ritiro dell’oggetto acquistato).