Nel Consiglio dei ministri del 20 febbraio è passato il decreto attuativo sul bonus bebè. Ma come ha spiegato il ministro dell’Interno Angelino Alfano bisognerà attendere ancora qualche settimana perché il meccanismo sia pienamente operativo. Come mai? Il decreto deve ottenere ancora il concerto formale del ministero dell’Economia. Superato questo scoglio deve essere inviato alla Corte dei Conti e poi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Trascorsi 15 giorni dalla pubblicazione, il provvedimento entrerà in vigore.

Cosa contiene il decreto? Come molti di voi sapranno, il bonus bebé ha una durata triennale, ma non bisognerà fare domanda ogni anno all’Inps per ottenere l’incentivo: basterà presentare la domanda una volta e rinnovare l’Isee ogni anno.

La domanda va presentata entro 90 giorni dalla nascita del figlio, se non si vuole perdere alcuna mensilità del bonus bebè. Se invece si supera tale termine, il bonus decorrerà dalla data di presentazione. Visto il ritardo del governo nella presentazione del decreto attuativo, il termine di 90 giorni va calcolato dalla data di entrata in vigore del decreto – per cui nonostante il ritardo, nessuno degli aventi diritto perderà qualche mensilità del bonus bebè.

Bisogna anche rilevare che il bonus è collegato al bambino e non al genitore che ha fatto domanda per il bonus. Per cui se cambia l’affidamento del bambino tra un genitore e l’altro, uno perderà il diritto all’incentivo e l’altro dovrà fare domanda per ottenere gli 80 euro al mese. Lo stesso discorso varrà in caso di perdita della potestà genitoriale o di affidamento a terzi.

Un’ultima annotazione: la legge di Stabilità prevede che l’Inps faccia un monitoraggio mensile della spesa legata al bonus. Se ci sarà uno sforamento, superiore al 10%, per tre mesi della soglia prevista, scatterà la sospensione dell’accettazione delle domande. A questo punto dovrebbe scattare o una revisione dell’importo, oppure una modifica delle soglie di accesso al bonus bebè – che attualmente riguarda i nuclei con un Isee non superiore ai 25.000 euro.