Che fine faranno i famigerati 80 euro di bonus fiscale più volte sbandierati dal governo Renzi? Secondo l’Ufficio Economico Confesercenti, poco meno della metà del valore del bonus complessivo – valutato in circa 7 miliardi di euro – finiranno in consumi. Secondo le loro stime infatti, l’obolo del premier dovrebbe aumentare i consumi di 3,1 miliardi – per un aumento della spesa delle famiglie italiane dello 0,3%. Non si capisce bene dove dovrebbe finire il resto dell’aumento, se quasi 1 miliardo finirà per ripianare i vecchi debiti e 1,2 miliardi finiranno alla voce risparmi, ai calcoli di Confersercenti mancano all’appello 1,8 miliardi…

Visto che le stime fatte si basano su un sondaggio condotto da Confesercenti-Swg ,e circa il 28% degli intervistati non ha ancora deciso come impiegherà il bonus, ipotizzo che la somma che manca all’appello riguardi questo quarto che non sa ancora cosa farà dell’aumento…

Il sondaggio rileva anche che il 78% del campione dichiara di aver ricevuto il bonus in busta paga. E di loro il 66% – ovvero due persone su tre – ha detto di aver percepito esattamente 80 euro. Degli intervistati, solo il 18%, ha deciso di mettere da parte la somma, Una scelta determinata probabilmente dall’incertezza verso il futuro, ma anche dalla necessità di ripristinare in parte il risparmio eroso dalla crisi…

Da rilevare che secondo il sondaggio, il 45% degli italiani che riceveranno il bonus lo spenderanno interamente, mentre un altro 30% ne impiegherà almeno la metà per aumentare i suoi consumi. Ultime due annotazioni: il 68% degli intervistati da un giudizio positivo al provvedimento, mentre un altro 32% afferma che non basti a risolvere i problemi – ma questo lo sappiamo anche senza fare dei sondaggi…

photo credit: Skley via photopin cc