Il bollo auto è un tributo locale che deve essere versato dai possessori di autoveicoli e motoveicoli immatricolati nella Repubblica Italiana, versando la tassa alle Regioni di residenza.

Ricordando che il bollo auto va pagato per tutte le vetture in proprio possesso, a meno che l’auto non abbia un’età pari o superiore a 30 anni, o non si risieda in Regioni che prevedono specifici sconti per auto tra i 20 e 29 anni, vediamo entro quando va effettuato annualmente il versamento.

Per i veicoli di vecchia immatricolazione, il bollo auto va pagato entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza.

Per i veicoli di nuova immatricolazione:

  • il bollo auto si paga entro l’ultimo giorno del mese in cui l’auto è stata immatricolata;
  • se il veicolo sia stato immatricolato negli ultimi 10 giorni del mese la scadenza termina il mese successivo.

Per calcolare l’imposta da versare è possibile utilizzare l’utile servizio online dell’Agenzia delle Entrate: basta inserire la targa del veicolo. Da precisare che il sistema calcola l’importo dell’imposta al momento della richiesta e non tiene conto di eventuali pagamenti già effettuati. Dunque se la richiesta viene effettuata nel periodo previsto per il pagamento non vengono visualizzati importi per sanzioni e interessi, mentre se la richiesta viene eseguita prima del periodo di pagamento il programma, facendo riferimento alla precedente scadenza, indicherà le maggiorazioni dovute.

Per maggiori informazioni consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate.