Il bollo auto va pagato ogni anno dai possessori di autoveicoli e motoveicoli immatricolati nella Repubblica Italiana, versando la tassa alle Regioni di residenza.

Per i veicoli di vecchia immatricolazione, il bollo auto va pagato entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza. Per i veicoli di nuova immatricolazione:

  • il bollo auto si paga entro l’ultimo giorno del mese in cui l’auto è stata immatricolata;
  • se il veicolo sia stato immatricolato negli ultimi 10 giorni del mese la scadenza termina il mese successivo.

Chi non paga entro i termini stabiliti dalla legge va incontro ad una sanzione amministrativa.

In caso di ritardato o omesso pagamento del bollo auto è possibile calcolare in maniera semplice ed immediata sanzioni ed interessi dovuti, otre all’imposta stessa, utilizzando i tool messi a disposizione online da ACI e Agenzia delle Entrate. In alternativa è possibile recarsi di persona presso gli uffici ACI o effettuare il calcolo manualmente.

In caso di ritardato pagamento del bollo auto, sono previste le seguenti sanzioni, alle quali vanno aggiunti gli interessi legali:

  • entro 14 giorni, sanzione pari allo 0,1% dell’importo originario del bollo auto per ogni giorno di ritardo;
  • dal 15° al 30° giorno, sanzione pari all’1,5%;
  • dal 31° al 90° giorno, sanzione pari all’1,67% dell’importo originario della tassa automobilistica;
  • dal 91° giorno a 1 anno, sanzione pari al 3,75% dell’importo originario della tassa automobilistica;
  • oltre 1 anno, sanzione pari al 30% della tassa dovuta oltre gli interessi moratori da calcolare per ogni semestre di ritardo.