A partire da venerdì primo aprile le bollette per l’energia elettrica e per il gas dovrebbero essere meno costose stando a quanto ha annunciato l’Autorità per l’energia elettrica e per il gas. Proprio dalla giornata di domani, infatti, scatterà un taglio delle tariffe del 5 per cento per l’energia elettrica e del 10 per cento per il gas che sarà applicato per tre mesi. Ciò significa che le famiglie italiane dovrebbero spendere molto meno nell’arco di tempo in cui tale taglio sarà applicato.

I risparmi previsti per le bollette di luce e gas dovrebbero quindi aggirarsi, indicativamente, attorno agli otto euro per l’energia elettrica e ai 59 euro per il gas. Il calo delle tariffe sembra essere dovuto al relativo calo dei costi per l’acquisto delle materie prime, ossia al crollo delle quotazioni del petrolio. A tutto ciò vanno anche aggiunte le aspettative al ribasso delle recenti quotazioni per i prossimi tre mesi nei mercati del gas sia in Italia sia in Europa.

Nonostante l’annuncio da parte dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas su bollette meno care, le associazione dei consumatori – come Federconsumatori – fanno notare che le bollette per la luce sono aumentate nel corso del mese di marzo poiché sarebbero state applicate modifiche tariffarie nel settore dell’energia elettrica. In qualche modo, dunque, i risparmi che dovrebbero essere applicati dalle prossime bollette rischiano quindi di essere praticamente vani.