Grazie alle nuove regole introdotte con la delibera 487 del 2015 dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, dal 1° giugno del prossimo anno sarà più veloce e semplice cambiare fornitore di energia elettrica. Da quella data sarà operativo il Sistema Informativo Integrato (SII), la banca dati nazionale gestita da un soggetto diverso dai fornitori di energia elettrica – mentre dal primo novembre sarà possibile fare le volture tramite SII.

Una volta operativo il Sistema, come avviene già in settori come la telefonia mobile e fissa, nel momento in cui l’utente deciderà di cambiare gestore – ovvero quando ci sarà lo switching -, l’unico interlocutore rimarrà il venditore, ovvero l’azienda scelta per la nuova fornitura. Essa non dovrà più interfacciarsi con l’ex fornitore dell’utente, ma direttamente con il Sistema Informativo Integrato, dal quale potrà recuperare i dati necessari all’attivazione del servizio.

I cambiamenti voluti dall’Autorita ridurranno i tempi per lo switching a tre settimane – mentre prima erano di circa un mese. La delibera stabilisce anche “un unico processo, indifferenziato per tempistiche di esecuzione, anche nei casi in cui l’operatore che acquisisce il nuovo cliente decida di avvalersi del cosiddetto ‘switching con riserva’, ovvero la facoltà di ritirare, entro i tempi prestabiliti, la richiesta di switching una volta note alcune informazioni relative al cliente finale” – come recita un comunicato stampa dell’Autorità. Concludendo, dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico arrivano forti segnali verso una maggiore concorrenza e chiarezza in preparazione del passaggio al mercato libero - previsto per il 2018.