(Finanza.com) I prezzi delle materie prime in calo e i bassi livelli di inflazione suggeriscono che la Bank of England ha spazio per rispondere al contesto deterioramento della crescita globale e nazionale con un aumento delle risorse di stimolo, o quantitative easing (QE). E’ questa la previsione degli analisti di Ing, in attesa della riunione della Boe di oggi. Il mercato si aspetta una conferma dei tassi di interesse all’attuale livello dello 0,5% ma spera anche in un aumento delle misure per sostenere la ripresa economica. “Tuttavia – precisano a Ing – salvo un crollo completo nei servizi Pmi di oggi, abbiamo il sospetto che la Boe aspetterà fino a luglio”.