Il titolo della Banca Monte dei Paschi di Siena, è stato sospeso in Borsa per eccesso di ribasso attorno alle ore 13.30, dopo essere arrivato a superare una flessione di 10 punti percentuali in scia alla notizia di un blitz condotto questa mattina dalla Guardia di Finanza presso la sede senese dell’istituto.

Operazione ancora avvolta nel riserbo

I risvolti dell’operazione sono ancora coperti dal massimo riserbo, ma secondo quanto ricostruito dalle principali agenzie di stampa l’inchiesta della procura di Siena riguarderebbe presunti reati di aggiotaggio e di ostacolo agli organi di Vigilanza. L’inchiesta prenderebbe le mosse dall’acquisizione di Antonveneta nel 2008.

Le perquisizioni avrebbero interessato non solo gli uffici dell’istituto ma anche le abitazioni di alcuni dirigenti e nella sede della Fondazione Mps.

La banca senese ha già assicurato la massima collaborazione alle autorità e ha ribadito la propria fiducia nella magistratura.

Mentre si scrive il titolo Mps è rientrato agli scambi dopo la sospensione per eccesso di ribasso e viene trattato a 0,228 euro, in calo dell’8,81 per cento. Sui livelli attuali il titolo perde poco meno del 94% dai massimi registrati nel 2006.