A Cortina d’Ampezzo, per le vacanze invernali, si radunano i vip, noti e meno noti che vogliono far sciogliere al sole d’alta quota il patrimonio che accumulano anno dopo anno. Almeno fino a quando non sono “monitorati” dal Fisco. Il 2012 segna un anno di svolta nel rapporto che esiste tra i contribuenti e l’Erario. In primo luogo perché farà il suo debutto Serpico, il sistema che serve a incrociare i dati delle dichiarazioni dei redditi con quelli dei pagamenti telematici.

Nel 2012 ci sarà spazio anche per il nuovo redditometro e per una serie di controlli. Il primo è scattato proprio nell’ultimo giorno dell’anno ed è già passato alle cronache come il blitz di Cortina.

Alcuni funzionari dell’Agenzia delle Entrate hanno deciso di mettere sotto la lente d’ingrandimento gli utili di alcune strutture della zona, assistendo nel loro “commercio”, i proprietari di queste strutture.

E’ stato notato che durante il periodo di “monitoraggio” i ricavi registrati si sono “magicamente” triplicati rispetto al periodo di osservazione precedente al blitz. In alcuni casi specifici si sono triplicati da un giorno all’altro. Adesso si dovrà procedere all’accertamento analitico-induttivo.

Controlli anche per i Vip, in particolare per coloro che possiedono Suv e beni di lusso ma dichiarano redditi che non superano i 30 mila euro.