Bill Gates, Warrent Buffett e Larry Ellison. Sono loro gli uomini più ricchi degli Stati Uniti. A incoronarli Paperon de’ Paperoni d’America la classifica Forbes 400, stilata come ogni anno da Forbes. Ecco nel dettaglio i patrimoni dei primi tre classificati: 66 miliardi di dollari per il fondatore di Microsoft (cresciuto di 7 miliardi rispetto allo scorso anno), 46 miliardi per l’oracolo di Omaha, seguito a ruota dall’amministratore delegato di Oracle con una fortuna pari a 41 miliardi (ben 8 miliardi in più rispetto a un anno fa).

Tra i looser c’è Mark Zuckerberg. Il fallimentare sbarco in Borsa a maggio di Facebook è costato caro al fondatore e ceo del colosso dei social network che nella classifica di Forbes ha perso molte posizioni, scivolando al 36esimo posto con 9,4 miliardi.

Nelle prime dieci posizioni Charles e David Koch e la famiglia Walton ai vertici del colosso della distribuzione Walmart. Decima posizione, con un patrimonio di 25 miliardi, per Michael Bloomberg, sindaco di New York.

Il mondo tecnologico domina su tutti ambiti: oltre alle primissime posizioni di Gates ed Ellison nei primi venti posti ci sono anche nomi del calibro di Jeff Bezos di Amazon.com e Sergey Brin di Google che vantano patrimoni di rispettivamente oltre 23 miliardi e 20,3 miliardi. La lunga lista di miliardari tecnologici continua con Steve Ballmer e Paul Allen di Microsoft.

Per il dorato mondo dello spettacolo 125esimo posto nella classifica dei più ricchi d’America secondo Forbes per il regista Steven Spielberg, con 3,2 miliardi.