A fronte dell’andamento non ottimale dei conti nipponici, si assiste ad un’ottima performance della Borsa di Milano che si attesta su livelli eccellenti soprattutto se i rialzi sono confrontati con i risultati delle altre piazza affari europee. Il successo dell’asta dei BoT ha trainato verso l’alto anche le performance degli altri titoli nostrani. A Milano, quindi, gli investitori hanno osservato con piacere un indice FTSE Mib in ascesa.

Non solo Milano, anche Parigi, Francoforte e Madrid accelerano un po’. Il CAC40 francese è decisamente il migliore ma vanno bene anche il DAX 30 e l’IBEX 35 spagnolo.

Per quel che riguarda il fronte nostrano sono molto interessanti i risultati dei titoli bancari, tra cui fanno bella figura Intesa Sanpaolo, Mps e Bpm.

Sui mercati però c’era attesa soprattutto per l’asta dei BoT che è stata un successo e che aveva creato un po’ di oscillazioni per lo spread. Nella sola giornata di mercoledì il differenziale tra Bund tedeschi e BTp a 10 anni era fermo a 507,66 punti, adesso invece è risceso a 481 punti.

Il rendimento in deciso scaso si è fermato alla soglia del 6,75 per cento.

Per restare in tema di record, ricordiamo che i depositi presso la Banca Centrale Europea sono aumentati fino a raggiungere quota 452,034 miliardi.