(Finanza.com) Con le operazioni di rifinanziamento a tre anni dell’Eurosistema sono stati rimossi i rischi che si potessero verificare problemi nella liquidità delle banche e che questi potessero innescare una crisi sistemica. E’ quanto scrive la Banca d’Italia nel suo Bollettino economico. Via Nazionale ricorda però che le tensioni sul debito sovrano continuano a influire negativamente sulla raccolta all’ingrosso delle banche italiane, ancora in flessione; per contro, però, prosegue l’espansione della raccolta al dettaglio nelle forme tradizionali presso i risparmiatori residenti. “La fase recessiva si riflette sulla qualità del credito, ma la dotazione patrimoniale del sistema bancario italiano si è ulteriormente rafforzata”, spiega ancora Bankitalia.