La Bank of America ha esposto un piano di rilancio finanziario che attraverso i tagli del personale promette di far recuperare terreno all’istituto di credito arrivando alla stabilità già nel 2013.

Le scelte degli amministratori sono state ben digerite dai mercati.A Wall Street il piano di rilancio della Bank of America convince gli investitori che fanno guadagnare al titolo un margine dello 0,7 per cento. Una performance all’apparenza modesta ma che considerata con la chiusura in calo del Dow Jones (-0,5 per cento), fa ben sperare.

Gli amministratori della Bank of America, infatti, sperano che le scelte compiute siano ben accette anche sul mercato.

Il progetto di “risparmio” si chiama “Project New Bac”. La prima delle due fasi d’azione richiede un corposo taglio del personale.

Si stima che saranno eliminati ben 30 mila posti di lavoro, circa il 10% dei lavoratori (anche se i tagli promessi erano di 40 mila unità).

Il risparmio così ottenuto si aggirerebbe sui 5 miliardi di dollari l’anno. Fino al 2013 quindi, con questi tagli, dovrebbe essere coperto il 18% delle spese infrastrutturali e di quelle legate alle attività di retail.

Il risparmio sui costi sostenuti dalla Bank of America, però, non suggerisce nulla riguardo il piano di rilancio dell’attività.