Anche dopo l’introduzione dell’euro, il problema della falsificazione delle banconote non si è risolto. Molti sono quelli che vengono truffati da falsificatori di professione, ma non tutti sanno che ci sono metodi molto efficaci per smascherare chi diffonde le banconote false invece di quelle in uso e quindi regolari. In questo video, Carlo Alfredo Clerici spiega i segreti per verificare l’autenticità di una banconota.

Prima di tutto, per le banconote vere vengono utilizzati carte e inchiostri speciali e alcune zone sono in rilievo. Non solo: viene utilizzato anche un ologramma. In trasparenza, poi, è possibile scorgere la filigrana e il filo metallico con la scritta corrispondente all’importo della banconota.

Con metodi e strumenti ancora più sofisticati, poi, si possono osservare alcune zone della banconota che diventano fosforescenti in presenza della luce ultravioletta. Zone che vengono disposte a caso. Un tipico microscopio Usb è capace anche di leggere alcuni caratteri microscopici che vengono inseriti per evitare che si possa scannerizzare un falso simile al vero. Come dice Clerici, i falsari sfruttano e fanno leva sulla fretta delle transazioni commerciali e sulle cattive condizioni ambientali che non permettono di riscontrare se una banconota è falsa.