(Finanza.com) Gli esperti transalpini ricordano che i titoli delle banche italiane trattano attualmente con un 46% di sconto rispetto ai competitor europei. “Ora che i fondi presi dalle LTRO sono stati utilizzati, gli istituti hanno una capacità limitata per continuare ad acquistare titoli di Stato”, spiega Societe Generale che mantiene la sua visione neutrale sul comparto bancario italiano, “che resta relativamente meno rischioso di quello spagnolo, alle prese con il problema dei deflussi dai depositi e dell’esposizione al comparto immobiliare”. Il broker continua a preferire Unicredit (buy) a Intesa (downgrade a sell da hold), mentre di recente ha alzato il giudizio su Banco Popolare e Ubi Banca a hold da sell. Confermata, invece, la raccomandazione di vendita (sell) sul titolo Monte dei Paschi.