Può esistere un’azienda senza capi? Sì, esistono tante realtà di questo tipo, soprattutto in America e un’analisi dei loro conti dimostra che ottengono rendimenti più alti di quelli generali da Google che pure rappresenta un modello industriale eccellente. 

La collaborazione tra le persone è fondamentale in un’azienda che non fa riferimento ad alcun capo. In queste realtà tutto si fonda sulla definizione di una o più strategie che consentano di raggiungere gli obiettivi comuni.

In tal senso è emblematica l’esperienza dell’azienda statunitense Valve che si occupa di sviluppo di videogiochi ed ha posto la sua sede a Ballevue, nello stato di Washington. Valve è una società iperdemocratica, come la definiscono gli analisti.

Non ci sono capi ma è stato scritto un manuale, punto di rifermento per tutti, che guida nella definizione degli obiettivi e delle strategie. 50 pagine in cui si definisce anche il modo di stare in ufficio. Chiaramente si fa molto affidamento sulla serietà dei singoli partecipanti al progetto.

A livello d’arredamento è molto interessante la soluzione adottata per favorire il contatto con i colleghi: ci sono scrivanie dotate di ruote che permettono di unirsi in poco tempo a gruppi di lavoro cui si partecipa.

Per quanto riguarda la retribuzione, non è definita dal contratto con i capi ma dalla valutazione che i colleghi attribuiscono ad un lavoratore.