(Finanza.com) Partenza cauta per la Borsa di Milano dopo l’ennesimo no di Angela Merkel agli eurobond che lascia prevedere un Consiglio Europeo molto teso tra i leader del Vecchio Continente. Ieri le aste in Spagna e Italia hanno confermato le tensioni sui debiti sovrani della zona euro. In particolare il Tesoro di Madrid ha visto triplicare o rendimenti dei titoli a 3 e 6 mesi offerti. Il fronte italo-francese punta a strappare durante il vertice di Bruxelles un’apertura sulla possibilità che il Fondo salva-Stati intervenga sul secondario per arginare la speculazione sui titoli periferici. Nel frattempo lo spread Btp-Bund è tornato in area 460 punti base e il rendimento del bond decennale italiano sopra il 6%. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse All Share guadagna lo 0,70% a 14.020 punti.