(Finanza.com) Partenza in rialzo per la Borsa di Milano che tenta di rialzare la testa in attesa dell’asta dei Btp a dieci anni. Ieri il listino milanese ha pagato la risalita dello spread, tornato sopra quota 350 punti base in scia al movimentato weekend che ha caratterizzato la politica italiana. Questa mattina Tokyo ha perso invece l’1%, con la Bank of Japan che ha deciso di aumentare i fondi destinati al quantitative easing, ma meno del previsto rispetto alle attese degli analisti. Ieri Monti e Rajoy hanno respinto l’idea del supercommissario Ue, caldeggiata negli ultimi giorni da Draghi e dalla Germania. In questo quadro a Piazza Affari nei primi scambi di seduta l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,70% a 15.460 punti.