(Finanza.com) Partenza in deciso ribasso per la Borsa di Milano con molti titoli bancari sospesi dalle contrattazioni per eccesso di ribasso. A pesare le dichiarazioni del vicecancelliere tedesco, Philipp Roesler, secondo cui la Grecia non sarà in grado di adempiere alle condizioni della Troika. Secondo indiscrezioni del Der Spiegel, il Fmi avrebbe fatto sapere alla Commissione Ue di non aver intenzione di partecipare ad altri pacchetti di salvataggio in favore di Atene. La tensione massima si sente sul secondario dove lo spread Btp-Bund nei primi scambi è schizzato sopra quota 515 punti base. Sul valutario l’euro tratta sotto 1,21 dollari. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib cede l’1,50% a 12.870 punti, mentre il Ftse All Share arretra dell’1,40% a quota 13.980.