Torna ad accentuarsi la fase di debolezza del mercato auto europeo. A maggio le vendite di nuove autovetture hanno evidenziato una flessione pari all’8,4% nell’area Ue27 + Efta per un totale di 1,150 milioni di veicoli. La flessione risulta più marcato rispetto al -6,5% di aprile. I dati diffusi oggi dall’associazione dei costruttori di automobili europeo (Acea) evidenziano come nei primi 5 mesi dell’anno le immatricolazioni segnano un calo del 7,3% a 5.641.371 contro i 6.084.990 dello stesso periodo del 2011.

Molto debole mercato francese, sale in controtendenza la Gran Bretagna

Flessione del 4,8% delle immatricolazioni in Germania e soprattutto -16,2% per la Francia. Ieri il ministro dell’industria francese ha aperto alla possibilità di riattivare in Francia misure pubbliche di stimolo al settore auto.  Segno meno anche per il mercato spagnolo (-8,2%). Controcorrente la Gran Bretagna che ha visto le immatricolazioni registrare un aumento del 7,9%.

Immatricolazioni gruppo Fiat  in calo del 12,1%

Il gruppo Fiat ha immatricolato in maggio nell’Europa dei 27 più le nazioni aderenti all’EFTA un totale di 82.500 vetture, in calo del 12,1% rispetto all’analogo mese del 2011. La quota di mercato risulta del  7,2 per cento in crescita rispetto al 7,1 per cento di aprile, ma in calo dal 7,5% di 12 mesi prima. Nel progressivo annuo del 2012 le immatricolazioni del gruppo torinese sono quasi 376 mila e la quota è al 6,7 per cento. Lo scorso mese immatricolazioni in calo in quasi tutti i Paesi, spicca l’andamento in controtendenza nel Regno Unito dove Fiat ha riportato una crescita superiore al mercato: in un mercato che aumenta del 7,9 per cento, i marchi del Lingotto crescono del 15,3 per cento. Guardando ai singoli marchi, a maggio il marchio Fiat immatricola in Europa 60.500 vetture e ottiene una quota del 5,3 per cento, in crescita rispetto ad aprile quando le registrazioni erano state 54.500 e la quota del 5,1 per cento. Le Lancia/Chrysler immatricolate in maggio sono state quasi 9.800, l’1,1 per cento in più rispetto allo stesso mese del 2011, per una quota stabile allo 0,8 per cento. Oltre 46 mila le vetture registrate dal brand nel progressivo annuo, anche in questo caso in crescita dell’1,1 per cento e con una quota stabile allo 0,8 per cento.
Prosegue la forte crescita per Jeep. In maggio il brand aumenta le vendite del 31,7 per cento. Nel progressivo annuo le immatricolazioni crescono del 46,8 per cento. In Germania Jeep aumenta le immatricolazioni del 102,5 per cento in maggio e del 116,7 nell’anno. In Francia il marchio registra un +46,7 per cento dei volumi a maggio e +37,5 nel progressivo annuo.