Il prezzo di alcune marche di sigarette potrebbe essere rivisto al rialzo molto presto. O almeno questa sarebbe l’intenzione del Ministero dell’Economia, che vorrebbe emanare un decreto – cosiddetto sull’onere fiscale minimo – che avrebbe come scopo quello di far rincarare il prezzo di alcune marche di sigarette che oggi hanno un prezzo che varia dai 4,20 euro ai 4,40 euro.

Per il momento pare si tratti di un’indiscrezione lanciata dal quotidiano Il Mattino, che avrebbe riferito di come il Ministero dell’Economia starebbe lavorando ad un decreto per ritoccare – al rialzo – il prezzo delle sigarette che costano meno. Il decreto sarebbe il risultato dell’applicazione di una norma contenuta all’interno della riforma del Fisco: tale norma consentirebbe infatti all’Amministrazione dei Monopoli di Stato di poter alzare il prezzo delle sigarette senza dover necessariamente passare per l’iter di approvazione parlamentare. Per innalzare le tasse sulle sigarette basterebbe quindi un “semplice” provvedimento amministrativo.

Il prezzo delle sigarette potrebbe dunque aumentare da un minimo di 20 ad un massimo di 30 centesimi (queste le ipotesi che stanno circolando). E visto il target di sigarette cui tale aumento dovrebbe riferirsi, le marche che rischierebbero di vedere il proprio costo lievitare potrebbero essere Chesterfield, Gauloises, John Player Special, Marlboro o Merit.