L’ho già scritto, con il nuovo anno è arrivata la solita raffica di rincari delle tariffe autostradali. Le punte in alcuni casi sfiorano il 15%. Io ho pensato che sarebbe stato interessante raccogliere tutti i rincari in ordine alfabetico, tratta per tratta. Ecco a voi il risultato del lavoro fatto.

TUTTI GLI AUMENTI

Asti-Cuneo: 0%

ATIVA – Autostrada Torino – Ivrea – Valle D’Aosta S.p.A.: +0,82%

Autocamionale della Cisa S.p.A.: +6,26%

Autostrada Brescia – Verona – Vicenza – Padova S.p.A.: 1,44%

Autostrada dei Fiori S.p.A.: +2,78%

Autostrada del Brennero S.p.A.: +1,63%

Autostrade Centropadane S.p.A.: +8,01%

Autostrade per l’Italia S.p.a.: +4,43%

Autovie Venete S.p.A.: 7,17%

CAV – A4 VE-PD, Tang. Ovest di Mestre e racc. con aeroporto Marco Polo e
Passante di Mestre: 6,26%

Consorzio Autostrade Siciliane: +0,00%

Milano Serravalle e Milano Tangenziali S.p.A.: 4,47%

SALT – Autostrada Ligure – Toscana S.p.A.: 3,07%

SAM – Autostrade Meridionali S.p.A.: 0,00

SAT – Autostrada Tirrenica S.p.A: 5%

SATAP A4 Tronco Novara Est – Milano e Torino – Novara Est: 5,27%

SATAP Tronco A21 TO-AL-PC: 1,66%

SAV – Autostrade Valdostane S.p.A. e raccordo: +5%

SITAF – barriera di Avigliana: +4,31%

SITAF – barriera di Bruere: +4,23%

SITAF – barriera di Salbertrand: 3,81%

Strada Dei Parchi S.p.a.: 8,28%

Tangenziale Napoli S.p.A.: +1,89%

Torino-Savona S.p.A.: 1,60%

photo credit: JumpV via photopin cc